Confartigianato - Comunicati
04/08/2014

Combattere l’abusivismo nel settore benessere

 Estetisti e acconciatori di Confartigianato di Forlì ricordano ai consumatori l’importanza di rivolgersi unicamente a personale qualificato per effettuare i trattamenti, per non mettere a rischio la propria salute. 

Fabiola Foschi responsabile dell’area benessere di Confartigianato Forlì chiarisce “la qualificazione professionale è l’unica garanzia per l’utente di essere sottoposto a interventi estetici personalizzati e sicuri. L’utilizzo di prodotti testati, di tecniche all’avanguardia e certificate, di attrezzature sterili e sanificate sono condizioni essenziali per tutelare gli utenti, caratteristiche di cui non dispongono gli operatori abusivi. Gli imprenditori iscritti alla Camera di Commercio sono sottoposti a rigidi controlli da parte delle autorità preposte, rivolgersi a chi s’improvvisa costituisce un autentico azzardo, a fronte di un eventuale risparmio in termini economici ci si espone al rischio di danni permanenti.” Il fenomeno dell’abusivismo s’intensifica soprattutto nel periodo estivo, quando si moltiplica la presenza di massaggiatrici e acconciatrici da spiaggia. 
Continua Foschi “il consumatore dovrebbe valutare i rischi legati a una scelta incauta come sottoporsi a un trattamento estetico sotto l’ombrellone da parte di abusivi, la mancanza di igiene e della qualità della conservazione dei prodotti è evidente.”
Confartigianato da alcuni anni attraverso la campagna “Fidati solo di mani esperte” ribadisce i vantaggi per l’utenza di avvalersi di un’impresa regolare: in primis la certezza di affidare la cura della propria bellezza a personale qualificato frutto di anni di studio, apprendistato e aggiornamenti; senza tralasciare l’importanza di entrare in saloni in cui vengono rispettate le norme su ambiente, igiene e sicurezza, affidandosi a imprenditori in regola col fisco e coi contratti di lavoro.
torna all'elenco Comunicati