Confartigianato - Comunicati
14/06/2012

Confartigianato Forlì premiata per la diffusione della Posta Elettronica Certificata

Nell’ambito della convention nazionale Confartigianato Forlì premiata per la diffusione della Posta Elettronica Certificata

Confartigianato di Forlì è stata premiata lo scorso lunedì, a Roma, nell’ambito della convention nazionale della Confederazione, per il numero di Pec rilasciate alle imprese associate, posizionandosi al sesto posto della classifica generale.

Chiarisce Marco Valenti, vicesegretario dell’associazione forlivese “un driver fondamentale per la riduzione dei costi della burocrazia per le imprese è rappresentato da un più efficiente utilizzo dell'information technology per dialogare con la pubblica amministrazione. In Italia è ancora relativamente bassa la quota di imprese (pari al 39% del totale), che hanno utilizzato internet per interagire con le pubbliche autorità inviando moduli tramite la rete, una percentuale di 30 punti inferiore rispetto alla media europea. Siamo, con la Romania, in fondo alla classifica dei 27 paesi dell'Unione Europea. Il nostro obiettivo è quello di stimolare la diffusione della tecnologia per rendere più efficiente la gestione burocratica dell’incombenze.” Continua Valenti “se estendiamo l'analisi a tutta la popolazione il dato non migliora: nel 2011 solo il 39% della popolazione dai 16 ai 74 anni ha usato internet per interagire con la Pubblica Amministrazione, rispetto alla quota media Europea, del 56%.” I dati dell'Istat confermano che, in Italia, è ancora scarsa l'interazione in rete tra cittadino e amministrazione pubblica: tra le persone di 14 anni e più che hanno usato Internet negli ultimi 12 mesi, il 35,1% ha richiesto via web informazioni dalla Pubblica Amministrazione, il 25,4% ha scaricato moduli da siti della PA, ma soltanto un 12,9% ha potuto adempiere a obblighi burocratici utilizzando il web.

Conclude il vicesegretario “a fronte di una quota di imprese che utilizza internet per ottenere informazioni dagli enti pubblici, solo il 29,7% riesce a svolgere procedure amministrative interamente per via elettronica. Il 22,1% delle imprese che ha inviato on-line moduli compilati alla PA indica come fattore limitante le procedure elettroniche che richiedono ancora l’invio di documenti cartacei o la presenza fisica.”

torna all'elenco Comunicati