Confartigianato - Comunicati
24/02/2015

Ultima serata di confronto tra Confartigianato e gli associati

A Forlì il settimo appuntamento in vista del Congresso

 Ultimo appuntamento del ciclo di incontri promossi da Confartigianato di Forlì in vista del rinnovo degli organi direttivi. Mercoledì 25 febbraio, alle 20.30, nella sede dell’Associazione in viale Oriani 1, il presidente Giorgio Grazioso e il segretario Roberto Faggiotto illustreranno quanto realizzato nel corso del mandato che sta giungendo al termine e le linee guida per il prossimo quadriennio. Come spiegato dai vertici dell’Associazione tra gli eventi che caratterizzano il 2015 un peso determinante è ricoperto dal rinnovo degli organi elettivi di Confartigianato Forlì. "Un appuntamento centrale per la vita dell’Associazione e che coinvolgerà la giunta esecutiva, il consiglio direttivo, l’assemblea dei delegati, i comitati zonali, i consigli di categoria, i gruppi e i settori e che culminerà con il congresso che si terrà entro il prossimo maggio. La partecipazione degli imprenditori è fondamentale per creare un gruppo coeso in grado di indicare le linee politiche del prossimo cruciale mandato.” L’attuale contesto vede il peso politico di Forlì, a livello regionale, sempre meno incisivo, obiettivo per il prossimo futuro è la creazione di sinergie che consentano un intervento determinante a sostegno del territorio, valorizzando le numerose eccellenze presenti, mettendo a sistema opportunità e risorse. La direzione per il futuro è la razionalizzazione delle risorse in una logica di condivisione, che non implica la rinuncia alle individualità. Concludono i vertici “sebbene convinti che il campanilismo sia una sconfitta, come Confartigianato ribadiamo la necessità di tutelare le nostre specificità, valorizzando il polo museale forlivese, tutelando la qualità dell’insegnamento dell’ateneo Ruffilli e ridando peso all’aeroporto Ridolfi, solo per citare alcuni esempi, ma molti altri potrebbero essere portati. Essere parte di un sistema implica che ci sia la volontà di tutti i soggetti coinvolti di condividere costi e benefici, diversamente non esisterebbero i presupposti per una collaborazione. I prossimi anni saranno cruciali per disegnare il futuro del forlivese, Confartigianato c’è e ci sarà, per tutelare la micro e piccola impresa, base della solidità della nostra economia.”

torna all'elenco Comunicati