Confartigianato - Comunicati
28/03/2013

Anap: premiati i maestri artigiani

 Si è tenuta a Roma, il 22 marzo scorso, la prima cerimonia nazionale di premiazione dei Maestri d’Opera e d’Esperienza alla quale hanno partecipato oltre 200 artigiani in pensione, provenienti da tutta Italia, per ritirare il prestigioso riconoscimento istituito dall’Anap. Guidata dal coordinatore forlivese Giuseppe Mercatali, una delegazione di pensionati iscritti all’Anap di Forlì e di Cesena è stata premiata, nel corso della cerimonia ufficiale, per aver tagliato l’ambito traguardo dei 25 e dei 40 anni di attività. Il Presidente nazionale Anap Giampaolo Palazzi e quello di Confartigianato nazionale Giorgio Merletti, hanno aperto i lavori con un breve saluto, consegnando poi diplomi e medaglie ai partecipanti.

Sono stati insigniti dell’onorificenza Vittorino Feltrin stilista nel calzaturiero, l’acconciatore Germano Cafaggi, il vetraio Ugo Berti Bruno Fabbri  imprenditore nel campo dei serramenti Domenico Montuschi titolare di un’officina meccanica, l’edile Donato Capece l’elettricista Domenico Simoncelli e l’acconciatore Afro Bagnoli (nella foto un momento della cerimonia).
Un riconoscimento è stato attribuito anche agli imprenditori Loris Abbondanza e Domenico Dall’Agata acconciatori, Ernesto Partisani presidente onorario di Confartigianato Forlì, all’ebanista Elio Nannini, all’edile Matteo Bartoletti e a Francesco Olivetti artista delle tele stampate, pur non presenti alla cerimonia romana.
I nominativi dei premiati, che hanno contribuito allo sviluppo dell’economia del nostro territorio, saranno inseriti nell’Albo dei maestri artigiani pensionati, iniziativa nazionale pensata per mettere in luce il talento, le competenze e l’esperienza di chi fa impresa, valorizzando al contempo sul piano umano e sociale l’esperienza di questi imprenditori. L’Albo dei Maestri d’opera e d’esperienza rappresenta un serbatoio di professionalità, disponibili a trasmettere le proprie competenze alle giovani generazioni: dai neo imprenditori artigiani, sino ai ragazzi ancora sui banchi di scuola, avvicinando i più giovani al mondo della piccola impresa attraverso testimonianze alle classi delle scuole elementari e medie del territorio, per diffondere e promuovere i mestieri tradizionali.
torna all'elenco Comunicati