News

Le informazioni per ogni categoria di mestiere.

Categoria:
Fiscale e Tributario

L’Agenzia delle Entrate fornisce una serie di chiarimenti sulla tassazione, ai fini dell’imposta di bollo, dei documenti che devono essere prodotti nell’ambito di procedure di evidenza pubblica per l’affidamento di appalti e servizi, forniture e realizzazione di opere, anche alla luce delle novità introdotte dal Dlgs 50/2016 (“Codice dei contratti pubblici”).

Leggi

Categoria:
Fiscale e Tributario

Il provvedimento del 8 ottobre 2018 dell’Agenzia delle Entrate detta le modalità con le quali sono messe a disposizione del contribuente e della Guardia di finanza le informazioni derivanti dal confronto con i dati comunicati all’Agenzia delle Entrate ai sensi dell’ articolo 21 Dl 78/2010, nella versione vigente fino al 23 ottobre 2016 (“comunicazione dei dati delle fatture emesse e ricevute”), da cui risulterebbe non dichiarato, in tutto o in parte, il volume d’affari conseguito.

Le Comunicazioni arrivano direttamente all’indirizzo Pec o nel proprio “Cassetto fiscale” e l’interessato, verificata la segnalazione, può richiedere maggiori informazioni, dare spiegazioni, ravvedersi

Categoria:
Paghe

L’articolo 2-bis introduce modifiche alla disciplina delle prestazioni occasionali, rendendo più fruibilii c.d. “nuovi voucher”, ma solo per il settore agricolo e per alberghi e strutture ricettive che occupano fino a 8 dipendenti.

In pratica queste imprese nella comunicazione possono fare riferimento a una durata fino a dieci giorni (e non più a tre). Inoltre, ora devono indicare il monte ore complessivo presunto.

I voucher possono essere usati solo per pagare "le prestazioni rese da pensionati, studenti under 25, disoccupati e percettori del reddito di inclusione o di altre forme di sostegno al reddito".(...)

Leggi

Categoria:
Paghe

In materia di licenziamenti illegittimi la conversione in Legge del Decreto Dignità ha confermato la tutela solo economica per gli assunti con il contratto a tutele crescenti, il cui impianto non viene alterato, ma ha alzato l’indennità minima e massima spettante al licenziato, che per le imprese con più di 15 dipendenti su base locale (o 60 complessivamente) passano rispettivamente da 4 a 6 mensilità (nel minimo) e da 24 a 36 (nel massimo). Nel caso di imprese fino a 15 dipendenti, invece, l’indennizzo minimo passa da una soglia di 2 mensilità a 3, mentre è confermato il tetto massimo di 6 mensilità. Per effetto di tale intervento, (..)

Leggi

Categoria:
Paghe

Il nuovo articolo 1-bis prevede un esonero dal versamento dei contributi previdenziali, con esclusione dei premi INAIL, in favore dei datori di lavoro privati

  • con riferimento alle assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti, effettuate nel biennio 2019 - 2020,
  • di soggetti aventi meno di 35 anni alla data delle prima assunzione incentivata e che non abbiano avuto, neanche con altri datori, precedenti rapporti di lavoro a tempo indeterminato. A tal fine i periodi di apprendistato svolti presso altri datori di lavoro, qualora non siano proseguiti in rapporto di lavoro a tempo indeterminato, non sono ostativi al riconoscimento dell’esonero.

L’esonero, applicato su base mensile per un periodo massimo di 36 mesi, è pari al 50% dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, nel limite massimo di importo pari a 3.000 euro su base annua.(..)

Leggi

Categoria:
Paghe

Con la Legge di Conversione, in vigore dal 12 agosto 2018, sono state introdotte le seguenti ulteriori modifiche in materia:

salvo diversa previsione dei contratti collettivi applicati dall’ utilizzatore e fermo restando il limite legale del 20%, il numero dei lavoratori assunti con contratto a tempo determinato ovvero con contratto di somministrazione a tempo determinato non può eccedere complessivamente il 30% (...)

Leggi