News Pagina 2

Le informazioni per ogni categoria di mestiere.

Categorie:
Credito, Internazionalizzazione

La Camera di Commercio della Romagna, stanzia un fondo di 250.000,00 euro per incentivare lo sviluppo economico e la competitività delle PMI attraverso la partecipazione a fiere all’estero.

Il bando 2019 agevola le spese relative alla partecipazione con propri spazi espositivi alle fiere all'estero organizzate tra il 1º gennaio e il 31 dicembre 2019.

L'agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto, concesso in regime “de minimis”, pari al 50%delle spese ammissibili fino a un massimo di:

  • €. 1.500,00 per fiere in paesi U.E.
  • €. 3.000,00 per fiere in paesi extra U.E.

Sono ammissibili le seguenti spese, al netto di IVA:

  • Noleggio e allestimento dell’area espositiva (compresi la fornitura di energia elettrica, eventuali servizi di pulizia, assicurazioni),
  • Hostess e interpretariato,
  • Trasporto materiali e prodotti.

Sono escluse le spese di rappresentanza, di viaggio, navetta/taxi, soggiorno e di produzione di campionature.

La domanda può essere presentata dalle ore 9.00 del 14 gennaio alle ore 21.00 del 28 febbraio 2019, tramite PEC dell’impresa, al seguente indirizzo di posta certificata: cameradellaromagna@pec.romagna.camcom.it

Visto che le domande verranno valutate secondo l’ordine di arrivo, vi invitiamo a presentare la domanda quanto prima per farla rientrare fra quelle agevolabili. Il fatto che la fiera alla quale intendete partecipare si tenga ad anno inoltrato (es. autunno 2019) e quindi ben oltre il termine di presentazione del 28/02/2019 assume importanza al solo fine della rendicontazione.

Per ogni chiarimento o necessità, potete inviare una e-mail al seguente indirizzo: credito@confartigianato.fo.it

L’ufficio credito vi contatterà al più presto.

Categoria:
Ambiente e sicurezza

All’esame del prossimo Consiglio dei Ministri c'è una bozza del provvedimento denominato “Decreto semplificazione" che contiene all'art.23, in caso di conferma, la definitiva soppressione a partire dal 1 gennaio 2019 del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti SISTRI.


Di conseguenza da tale data non saranno pertanto dovuti i contributi previsti da legge.
Oltre alla soddisfazione di "mandare in pensione" un sistema che non ha mai funzionato e che per anni ha gravato sulle imprese, Confartigianato è già impegnata insieme alle altre principali Associazioni nella definizione di un nuovo sistema di digitalizzazione di tutti gli adempimenti cartacei sui rifiuti che sostituisca e superi il SISTRI; già il prossimo 20 dicembre saremo al tavolo dell'Albo gestori ambientali presso il Ministero dell'Ambiente per presentare le nostre proposte per l'implementazione del nuovo sistema.
Fino alla definizione ed alla piena operatività di questo nuovo sistemai, i soggetti obbligati continueranno ad effettuare gli adempimenti cartacei, compilando registri di carico e scarico e formulari di identificazione.