Categorie:
Ambiente e sicurezza, Affari Generali, Emergenza COVID-19

Le novità introdotte dal nuovo decreto (testo integrale del nuovo pacchetto di provvedimenti emergenziali in allegato)

Articolo 1 comma 1: sono ribadite le misure del DL 7 ottobre 2020, n.125 per quanto riguarda l’obbligo di indossare le mascherine, è stato aggiunta la raccomandazione di indossarle anche nelle abitazioni private in caso di presenza di persone non conviventi.

Ai commi 2, 3, 4, 5 sono ribadite le misure già in atto riguardanti il distanziamento, l’igiene delle mani, la possibilità di utilizzare “mascherine di comunità” o autoprodotte.

Comma 6 lettere a), b), c), si ribadisce l’obbligo di rimanere al proprio domicilio in caso di febbre maggiore di 37,5°. E’ ammesso l’accesso a parchi, giardini pubblici con divieto di assembramento. E’ consentito l’accesso ai bambini a luoghi per attività ludiche, ricreative, al chiuso e all’aperto secondo i protocolli di sicurezza già in atto.

Lettera e) eventi e competizioni sportive riconosciuti dal CONI sono consentite con massimo 15% di spettatori rispetto capienza massima e comunque al massimo 1.000 all’aperto e 200 al chiuso, esclusivamente laddove sia possibile assicurare la prenotazione e assegnazione dei posti. Le Regioni/province autonome possono stabilire, d’intesa con il Ministro della Salute, un diverso numero di spettatori e sono fatte salve le ordinanze già adottate dalle Regioni. Gli allenamenti degli atleti professionisti e non devono avvenire a porte chiuse.

Lettera f) piscine, palestre, etc. possono continuare l’attività nel rispetto dei Protocolli in essere.

Lettera g) gli sport di contatto (individuati dal Ministro della Salute con successivo atto) sono ammessi da parte di società professionistiche e dilettantistiche riconosciute dal CONI, nel rispetto dei protocolli in atto. Sono vietate le gare e competizioni degli sport di contatto (come sopra individuati) a carattere amatoriale.

Lettera h)obbligo di test antigenico nelle 72 ore antecedenti le gare nazionali o internazionali per atleti, tecnici, giudici, etc. provenienti da paesi in cui l’ingresso in Italia è vietato

Lettera i) lo svolgimento delle manifestazioni pubbliche è ammesso in forma statica e deve essere mantenuto il distanziamento.

Lettera l) sale giochi, scommesse, bingo, etc. sono ammesse a fronte della verifica da parte delle Regioni dell’accertamento della compatibilità delle attività con l’andamento dei contagi;

lettera m) spettacoli valgono le regole delle competizioni sportive lettera a)

lettera n) rimangono sospese le attività delle discoteche sia all’aperto che al chiuso. Sono vietate le feste al chiuso e all’aperto. Le feste seguenti a cerimonie civili o religiose possono svolgersi con al massimo 30 persone. Nelle abitazioni private “si raccomanda” di evitare feste e ricevere persone non conviventi di numero superiore a 6.

Lettere o), p), q), r) luoghi di culto, funzioni religiose, musei, scuole, rimangono in vigore le misure già in atto.

Lettera s) sono sospese le gite scolastiche, visite guidate e uscite didattiche. Fatte salve le attività d tirocinio.

Lettere t), u),v),w), z) aa), bb),cc), dd) sono disposizioni invariate riguardati le università, attività dei centri benessere e termali, accompagnatori dei pazienti nei pronto soccorsi, accesso parenti nelle RSA, esercizi commerciali.

lettera ee) Bar, Ristoranti, gelaterie, pasticcerie, pub, etc. possono rimanere aperti al massimo fino alle 24 con consumo al tavolo, fino alle 21 in caso non vi sia il consumo al tavolo. E’ fatto divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze dopo le 21.

Lettere ff), gg), hh) ii) rimangono invariate le disposizioni riguardanti i bar in ospedali, aeroporti, etc, servizi alla persona, servizi bancari e assicurativi, trasporto pubblico locale,

Lettera ll) alle attività professionali si raccomanda l’utilizzo dello smart working.

Documenti