Categorie:
Affari Generali, Emergenza COVID-19

Ferme restando le disposizioni già introdotte dal decreto-legge 2 dicembre 2020 in materia di spostamenti all’interno o per il territorio nazionale nel periodo compreso tra il 21 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021, il testo prevede che:

  • Vietati gli spostamenti fra regioni dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021
  • Zona Rossa il 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre 2020; 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio 2021
    • spostamenti consentiti per lavoro o salute
    • visita ai parenti consentita a max 2 persone
    • chiusi i negozi, centri estetici, bar e ristoranti (si asporto)
    • aperti supermercati, alimentari, tabacchi, edicole, parrucchieri
  • Zona Arancione il 28, 29 e 30 dicembre 2020; 4 gennaio 2021
    • spostamenti consentiti entro il proprio comune
    • chiusi i bar e ristoranti (si asporto)
    • aperti i negozi fino alle ore 21
    • spostamenti consentiti dai Comuni fino a 5mila abitanti in un raggio di 30km, senza poter andare nei capoluoghi di provincia
  • Oltre agli spostamenti già consentiti, nel periodo compreso tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021, tra le ore 5 e le ore 22, è consentito, una sola volta al giorno, spostarsi, in un massimo di due persone, verso una sola abitazione privata della propria regione. Alla persona o alle due persone che si spostano potranno accompagnarsi i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con queste persone convivono.