Categoria:
Fiscale e Tributario

L’Agenzia delle Entrate con la CM n. 15/E del 29 giugno 2019 ha previsto, per i soggetti sprovvisti del registratore telematico in fase di prima applicazione della norma, che:

- fino all’attivazione del registratore telematico, e comunque non oltre i 6 mesi dall’avvio dell’obbligo, i corrispettivi possono continuare ad essere certificati mediante i registratori di cassa già in uso oppure mediante il rilascio di ricevuta fiscale;

- Non saranno applicabili le sanzioni sempre che la trasmissione telematica dei dati relativi ai corrispettivi giornalieri venga effettuata entro la fine del mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione.