News Fiscale e Tributario

Le informazioni per ogni categoria di mestiere.

Categoria:
Fiscale e Tributario

Si segnala che nell’iter di conversione del decreto-legge n. 41/2020 (cd “D.L. Sostegni”, Atto Senato 2144), le Commissioni 5° e 6° hanno approvato alcuni emendamenti di particolare rilievo, che si ritiene opportuno segnalare, fermo restando che per l’entrata in vigore degli stessi occorrerà attendere la definitiva conversione del decreto entro il termine del 22 maggio p.v.

Leggi

Categoria:
Fiscale e Tributario

La fattura che supera i controlli del Sistema di Interscambio, anche se rifiutata dall’Ente destinatario (per i motivi tassativamente previsti), si considera validamente emessa. Conseguentemente, l’emittente dovrà procedere con l’emissione di una nota di credito prima di riemettere nuovamente la fattura.

Il rifiuto della FE da parte della Pubblica Amministrazione è stato regolamentato dal DM 24 agosto 2020, n. 132 (pubblicato nella Gazzetta ufficiale n. 262 del 22 ottobre 2020), che ha previsto i casi tassativi per i quali il rifiuto può essere apposto. Inoltre, il rifiuto è comunicato al cedente/prestatore tramite SDI: infatti, l’allegato B al DM n. 55 del 3 aprile 2013 stabilisce che “SdI riceve notifica, da parte del soggetto destinatario, di riconoscimento/rifiuto della fattura, che provvede ad inoltrare al trasmittente a completamento del ciclo di comunicazione degli esiti della trasmissione della fattura elettronica”.

Categoria:
Fiscale e Tributario

Slitta al 31 maggio 2021 il termine di sospensione delle attività di riscossione, fissato al 30 aprile 2021 dal decreto” Sostegni” (articolo 4, Dl n. 41/2021). Il Mef anticipa la notizia con un comunicato stampa in attesa del provvedimento normativo che ufficializzerà l’ulteriore proroga della sospensione introdotta, a causa dell’emergenza determinata dalla pandemia Covid-19, a partire dall’8 marzo 2020, dal decreto “Cura Italia (articolo 68, Dl n.18/2020).
La misura riguarda tutti le cartelle di pagamento, gli avvisi di addebito e gli avvisi di accertamento esecutivi affidati all’Agente della riscossione, nonché l’invio di nuove cartelle e la possibilità per l’Agenzia di avviare procedure cautelari o esecutive di riscossione, come fermi amministrativi, ipoteche e pignoramenti.

Categoria:
Fiscale e Tributario

Con diverse risposte ad interpello, l’Agenzia delle entrate definisce il perimetro applicativo della norma di esenzione delle indennità COVID-19 contenuta nel D.L. “Ristori”. Come noto, l’articolo 10-bis, D.L. 137/2020 (cd “Ristori”), prevede che i contributi e le indennità di qualsiasi natura erogati in via eccezionale a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 e diversi da quelli esistenti prima della medesima emergenza, da chiunque erogati e indipendentemente dalle modalità di fruizione e contabilizzazione, spettanti ai soggetti esercenti impresa, arte o professione, nonché ai lavoratori autonomi, non concorrono alla formazione del reddito imponibile ai fini delle imposte sui redditi e del valore della produzione ai fini IRAP e non rilevano ai fini del rapporto di cui agli articoli 61 e 109, comma 5, TUIR.

Leggi

Photo by Freepik

Categoria:
Fiscale e Tributario

L’Agenzia delle entrate, in una logica di integrazione tra le diverse banche dati catastali e cartografiche, ha attivato dal 1° febbraio 2021 la nuova piattaforma tecnologica denominata “SIT” (Sistema Integrato del Territorio), a disposizione dei
cittadini, per la visura attuale, e dei professionisti, per la visura storica (provvedimento
dell’Agenzia delle entrate del 26 gennaio 2021).

La guida pubblicata illustra, nel dettaglio, cosa cambia nella visura catastale. Viene decritto, in particolare, il nuovo modello di visura catastale che supera lo schema tabellare e sintetico finora utilizzato. Il risultato è un documento descrittivo, di più agevole comprensione. L’esposizione delle informazioni, infatti, è organizzata in maniera tale
da semplificare la lettura della visura, sia per i cittadini non addetti ai lavori, sia per i tecnici professionisti.

Categoria:
Fiscale e Tributario

Con provvedimento del 26 aprile 2021, l’Agenzia delle Entrate ha previsto - per il periodo d’imposta 2020 - le condizioni in presenza delle quali si rendono applicabili i benefici premiali previsti per i contribuenti soggetti agli ISA. Il livello di affidabilità calcolato sulla base dei due anni d’imposta è individuato secondo i seguenti criteri: aumentandolo di un importo pari a 0,5, per quanto riguarda i benefici premiali la cui soglia, riferita ad un solo anno, è fissata a 8 e 8,5 e mantenendo il medesimo valore per quanto riguarda i benefici premiali la cui soglia, riferita ad un solo anno, è fissata a 9.