News Credito

Le informazioni per ogni categoria di mestiere.

Categorie:
Credito, Artigianato Artistico, Donne impresa, Giovani imprenditori, Affari Generali, Digital Innovation Hub

L’Emilia-Romagna investe 3 milioni di euro di risorse Por Fesr 2014-2020 nella rivoluzione digitale dei piccoli esercizi commerciali attraverso un bando, approvato dalla Giunta regionale, per lo sviluppo di nuovi servizi e della capacità competitiva dei negozi di vicinato.

Destinatari

Possono presentare domanda le imprese individuali, le società, i consorzi e le società consortili in possesso dei seguenti requisiti:

  1. esercitare una attività commerciale al dettaglio in sede fissa avente i requisiti di esercizio di vicinato (Gli esercizi di vicinato sono quelli aventi superficie di vendita non superiore a 150 mq. nei comuni con popolazione residente inferiore a 10.000 abitanti e a 250 mq. nei comuni con popolazione residente superiore a 10.000 abitanti. La superficie di vendita è l'area destinata alla vendita delle merci, comprese le vetrine, esclusi il magazzino, il retrobottega e i bagni).
  2. operare in uno dei settori di attività Ateco 2007, Sezione G, Divisione 47, con esclusione dei seguenti gruppi e sottogruppi:

- 47.11.1 “Ipermercati”;

- 47.11.2 “Supermercati”;

- 47.3 “Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione”;

- 47.8 “Commercio al dettaglio ambulante”;

- 47.9 “Commercio al dettaglio al di fuori di negozi, banchi e mercati”;

Interventi finanziabili

I progetti finanziabili devono prevedere la realizzazione di interventi per l’innovazione gestionale, dei sistemi di vendita e di servizio con l’utilizzo delle nuove e più moderne tecnologie digitali, quali a titolo di esempio:

  • acquisto di soluzioni e sistemi digitali per l’organizzazione del back-end,
  • sviluppo di servizi di front-end e customer experience nel punto vendita,
  • sviluppo sistemi di video-collegamenti,
  • omnicanalità con integrazione con la dimensione del retail on line,
  • promozione del punto vendita attraverso canali web.

Il contributo a fondo perduto, possibile per progetti che prevedono un investimento superiore ai 10 mila euro, potrà arrivare al massimo di 50 mila euro e coprire fino al 40% della spesa ammissibile. Tale percentuale potrà aumentare fino al 50% in particolari casi: ad esempio, se i progetti di investimento hanno una ricaduta positiva sull’occupazione; se sono proposti da imprese giovanili o femminili o situate in zone montane oppure se riguardano uno dei 5 ambiti produttivi definiti dalla “Strategia di specializzazione intelligente S3” (agroalimentare, meccatronica e motoristica, costruzioni, salute e benessere, cultura e creatività).

Il bando sarà pubblicato sul sito della Regione online alla pagina dedicata ai bandi Por Fesr 2014-2020 (https://fesr.regione.emilia-romagna.it/opportunita/bandi).

La domanda di contributo dovrà essere compilata ed inviata alla Regione esclusivamente per via telematica, tramite l’applicazione web Sfinge 2020 a partire dalle ore 10.00 del giorno 20/05/2019 alle ore 13.00 del giorno 11/07/2019.

La Regione, al fine di monitorare che il fabbisogno delle domande di contributo non superi il plafond di risorse finanziarie stanziate per il finanziamento degli investimenti previsti nel presente bando, procederà alla chiusura anticipata del bando al raggiungimento di 200 domande presentate.

Per ulteriori chiarimenti potete contattare l’Ufficio Credito: credito@confartigianato.fo.it



Categoria:
Credito

In allegato, le condizioni valide fino al 30 aprile 2019 per le banche aderenti all'accordo regionale. I tassi riportati nella tabella sono il frutto della somma fra spread (maggiorazione applicata dagli istituti di credito) ed Euribor (-0,309).

Categoria:
Credito

In allegato, le condizioni valide fino al 31 marzo 2019 per le banche aderenti all'accordo regionale. I tassi riportati nella tabella sono il frutto della somma fra spread (maggiorazione applicata dagli istituti di credito) ed Euribor (-0,313).

Categoria:
Credito

In allegato, le condizioni valide fino al 28 febbraio 2019 per le banche aderenti all'accordo regionale. I tassi riportati nella tabella sono il frutto della somma fra spread (maggiorazione applicata dagli istituti di credito) ed Euribor (-0,312).

Categoria:
Credito

In allegato, le condizioni valide fino al 31 gennaio 2019 per le banche aderenti all'accordo regionale. I tassi riportati nella tabella sono il frutto della somma fra spread (maggiorazione applicata dagli istituti di credito) ed Euribor (-0,317).